Scarica la modulistica

“Lo studio è la migliore previdenza per la vecchiaia”

Cosa sono le Borse di Studio per i Figli?

Le Borse di Studio Enpav sono contributi economici che l’Ente eroga a favore dei figli dei Medici Veterinari per i risultati conseguiti all’esame di maturità e negli studi universitari.


Chi può richiedere le Borse di Studio per i Figli?

Gli studenti, figli di Medici Veterinari, che contemporaneamente:

  • Non abbiano già usufruito della Borsa di Studio Enpav l’anno precedente
  • Non abbiano ricevuto nessun’altra borsa di studio, né assegni, premi o sussidi, in relazione all’anno scolastico o accademico cui la domanda si riferisce

Inoltre

  • nel caso siano diplomandi, devono contemporaneamente:
    • avere superato gli esami di Stato per l’anno scolastico oggetto del Bando annuale con almeno la votazione di 83/100
    • non essere stati ripetenti nell’anno scolastico precedente il Bando
  • nel caso siano studenti universitari, devono contemporaneamente:
    • aver superato, entro i termini previsti dal Bando annuale, tutti gli esami previsti dal piano di studi ufficiale oppure da quello individuale, approvato dal Consiglio di Facoltà
    • aver conseguito, per l’anno accademico precedente la pubblicazione del Bando, una media aritmetica non inferiore ai 27/30. La lode non concorre alla formazione della media aritmetica
    • non essere fuori corso nell’anno oggetto del Bando
    • non essere già titolari di altro diploma di laurea


Come si richiedono le Borse di Studio Enpav?

Ogni anno, entro il mese di luglio, viene pubblicato il Bando con indicazione del numero di borse disponibili, degli importi liquidati e dei requisiti per partecipare.

La presentazione delle domande deve essere fatta esclusivamente online, dall’apertura del Bando fino al 30 settembre, accedendo alla propria Area Riservata.


Come vengono determinati i beneficiari delle Borse?

L’erogazione della Borsa non è automatica: occorre rientrare nelle posizioni utili di una graduatoria.

Criteri per la formazione della graduatoria:

  1. Merito scolastico o universitario
    • Più alta votazione conseguita
    • A parità di votazione riportata, studente con una o più votazioni con lode
  2. Reddito IRPEF del nucleo familiare
    • A parità di merito, nel caso di incapienza dello stanziamento, minore reddito familiare prodotto nell’anno precedente al bando
  3. Anzianità
    • A parità di reddito, studente più giovane

 


Scarica la modulistica